Responsible Party è un progetto nato in collaborazione tra ESN International e la Pernod Ricard, società che si sviluppa soprattutto grazie alla vendita di alcolici. Il progetto ha come obiettivo quello di far capire ai giovani, sia Erasmus che ESNers Come bere e Come sopravvivere a quello che tutti definiamo come “hangover” del giorno dopo.

E' importante sottolineare che il progetto Non ha come scopo quello di dire ai ragazzi di Non bere, anche perché andrebbe contro le esigenze di una società che vende per lo più alcolici. Ma vuole insegnare metodi per bere responsabilmente e quindi per non avere quella sensazione di nausea e di stanchezza che ci fa sentire “wasted” il giorno successivo.

Il Progetto delinea i metodi da utilizzare pre, durante e post il nostro party, dal cibo, all'acqua fino all'esercizio fisico. Inoltre spiega anche quanto ogni soggetto possa assumere alcol a seconda di varie caratteristiche fisiche.

Un altro scopo del progetto è quello di creare una Party Squad, composta da ESNers che si trovano spesso di fronte a situazioni complicate con gli studenti in mobilità e magari non sanno come intervenire. Situazioni che possono essere semplici o anche molto più complesse, per le quali possono essere necessarie manovre di primo soccorso.

Infine, menzione speciale per il progetto “Be responsible, Fun is possible” in collaborazione con il team EiS che ci permette di trasmettere il messaggio anche all'interno delle scuole così da prevenire in un età dove molti sono gli studenti che cominciano a bere più seriamente e a frequentare feste dove si assume alcol.

Per il momento il Progetto in Italia consta nell'operare soprattutto durante gli eventi nazionali, quindi durante l'ICE e l'EN, attraverso l'istituzione di un banchetto durante le feste durante il quale si distribuiscono gadgets vari (occhiali, bottigliette d'acqua e preservativi).

Più informazioni qui.